Filtri a carbone attivo

Print Friendly

I filtri a carbone attivo possono rimuovere dall’acqua un’ampia gamma di agenti contaminanti.

I filtri a carbone attivo possono rimuovere dall’acqua un’ampia gamma di agenti contaminanti.

I filtri a carbone attivo possono rimuovere dall’acqua un’ampia gamma di agenti contaminanti. Quando il carbone attivo entra in contatto con un liquido, trattiene, o assorbe, sulla sua superficie uno o più componenti (atomi, molecole, ioni) presenti nel liquido. Questa caratteristica è nota come potere assorbente. L’assorbimento è responsabile della purificazione, l’eliminazione degli odori e la declorazione dell’acqua, nonché di altri liquidi e gas. La sua capacità di trattenere determinati composti indesiderati si basa su una delle sue caratteristiche più importanti: presenta un numero enorme di pori, caratteristica che le conferisce una superficie specifica compresa tra 500 e 1500 metri quadri per grammo. Sono le temperature elevate, l’atmosfera speciale e l’iniezione di vapore durante la fabbricazione ad attivare il carbone e a crearne la porosità. Questo processo permette di rimuovere in modo efficiente dall’acqua cloruro e materia organica, e con essi anche odore, colore o gusto indesiderabili. I tre meccanismi chiamati in causa sono assorbimento, filtrazione meccanica e reazioni catalitiche. I filtri a carbone attivo possono essere utilizzati per rimuovere i seguenti agenti contaminanti:

  • Composti inorganici
  • Cloruro
  • Alcuni metalli pesanti (cromo, mercurio, piombo)
  • Tannini
  • Composti organici
  • Cloramine
  • Composti organici volatili (VOC, Volatile Organic Compounds)
  • Agenti modificatori del colore
  • Agenti modificatori del gusto
  • THM (trialometani).

Contattate il nostro team di ingegneri in merito alla selezione del tipo di carbone attivo più adatto per la vostra applicazione.